Come affrontare l'estate in Gran Bretagna: consigli per i viaggiatori

by Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori
Monday 16 July 2018

Il clima della Gran Bretagna è capriccioso, questo lo sanno tutti. A volte può causare un po' di disappunto, ma in fondo è anche uno dei tratti più caratteristici del nostro Paese. Diciamolo francamente: senza la sua bizzarra meteorologia il Regno Unito non sarebbe la stessa cosa e non avrebbe lo stesso fascino!

Molti visitatori che programmano di passare le vacanze estive da noi sono preoccupati di trovare sempre freddo, nuvole e pioggia. Questa è un'apprensione legittima, che però non deve trasformarsi in angoscia: l'instabilità del nostro clima è molto spesso fraintesa e sopravvalutata. Con alcune precauzioni e qualche piccolo accorgimento puoi tenere a bada l'eventuale maltempo e goderti il tuo viaggio senza grossi problemi. Per questo motivo abbiamo preparato per te questo piccolo vademecum, che contiene alcuni semplici consigli su come affrontare l'estate qui da noi.
 

Temperatura e abbigliamento di base

Il Regno Unito è un Paese nordico ma il suo clima è temperato dalla Corrente del Golfo. Quindi generalmente gli inverni sono miti e le estati sono fresche. Detto questo, all'interno del suo territorio potrai trovare situazioni anche molto diverse tra loro: in estate può fare molto caldo a Londra e relativamente freddo in Scozia, tanto per fare un esempio. Perciò nello scegliere l'abbigliamento adatto devi tenere conto per prima cosa della tua meta.

Inoltre durante una stessa giornata si può andare incontro a considerevoli mutamenti. In certe zone l'escursione termica giornaliera è anche di 10°C o più: si può iniziare una gita al mattino con temperature tardo-autunnali e proseguirla nel pomeriggio con temperature estive, mettendoci in mezzo un acquazzone ventoso. Quindi è sempre consigliabile vestirsi a strati (con il cosiddetto sistema “a cipolla”) per potersi adattare velocemente a ogni situazione possibile.

Fatte queste precisazioni, ecco il nostro consiglio su come comporre il tuo abbigliamento in una tipica giornata estiva britannica:

  • Maglietta o camicia in cotone (oppure in tessuto traspirante e/o ad asciugatura rapida).
     
  • Pantaloni lunghi o corti in cotone (oppure in tessuto traspirante e/o ad asciugatura rapida).
     
  • Felpa in cotone oppure maglione leggero in polar fleece (quello che in Italia viene chiamato impropriamente chiamato pile).
     
  • Sciarpina in cotone o bandana ( per proteggere il collo dal vento).
     

Non dimenticare di portare sempre con te uno zaino, che oltre a contenere i tuoi effetti personali (portafoglio, fotocamera, borraccia, eccetera) potrà servirti per riporre i capi e gli accessori che non stai utilizzando.
 

Scarpe

Ovviamente le scarpe migliori sono quelle alle quali sei più abituato e che ti fanno sentire più a tuo agio. Però vorremmo darti lo stesso qualche suggerimento in merito.

Se vuoi visitare zone pianeggianti, che siano in città o in campagna, dove incontri terreni facili e senza asperità, ti consigliamo di utilizzare un paio di sandali. Il piede sarà più libero e aerato, e alla fine di una giornata passata a camminare sarà anche meno sottoposto al rischio di irritazioni e gonfiori. Un'altro vantaggio, al quale molti non pensano, riguarda le giornate piovose: i sandali bagnati si asciugano più in fretta delle scarpe, a volte anche mentre li indossi.

Se invece intendi esplorare zone montagnose o impervie, con terreni difficili e potenzialmente pericolosi, allora è meglio indossare le classiche pedule, cioè gli scarponcini da trekking a collo alto. Se prevedi di fare escursioni nelle nostre brughiere, nelle quali possono esserci piante spinose, porta con te un paio di ghette per proteggere le gambe da graffi e ferite.

Naturalmente c'è anche da tenere conto della temperatura esterna. I piedi, essendo all'estremità del corpo umano, sono anche i punti che disperdono più facilmente il calore. Perciò se sei una persona freddolosa, e per te non fa abbastanza caldo, allora è meglio indossare scarpe chiuse.
 

Come proteggersi dalla pioggia

L'ombrello è scomodo da trasportare e anche pericoloso in caso di temporali (perché può attirare i fulmini). La soluzione migliore è portare sempre con te una mantellina impermeabile da trekking: copre tutto il corpo (zaino compreso), è leggera e una volta ripiegata occupa poco spazio. Se porti i calzoni lunghi può essere utile anche un paio di sovrapantaloni impermeabili.

La cosiddetta soft rain (la tipica pioggerellina sottile e insistente) può essere talmente leggera da rendere superflua la mantellina. Però a lungo andare può inumidire lo zaino, che non essendo a contatto con il calore del corpo fatica di più ad asciugarsi. Perciò ti consigliamo di munirti anche di un coprizaino impermeabile.
 

Come proteggersi dal vento

Il maltempo è spesso accompagnato dal vento, in particolar modo in Gran Bretagna. L'abbassamento improvviso della temperatura causato dalle raffiche (effetto che viene detto wind chill), specie durante una giornata calda e mentre stai sudando, può essere molto pericoloso per la salute. È quindi opportuno avere sempre con te una leggera giacca antivento: va bene anche il classico K-Way, che tra l'altro può essere ripiegato e occupa poco spazio. Anche la mantellina impermeabile può essere usata per ripararsi dal vento, però è meno efficace perché le folate d'aria possono insinuarsi sotto di essa.
 

Come proteggersi dal sole

Non farti ingannare dai racconti su cieli perennemente nuvolosi e nebbie fittissime: in Gran Bretagna il sole estivo, quando c'è, picchia come nel resto del mondo e può causare insolazioni e scottature. Quindi non dimenticare mai cappello, occhiali da sole e crema solare con fattore di protezione adatto al tuo tipo di pelle.
 

Come proteggersi dagli insetti

Nonostante la Gran Bretagna sia un paese del Nord Europa e possieda un clima più fresco dei Paesi mediterranei, anche qui esistono insetti come zanzare, tafani e moscerini ematofagi. In particolare questi ultimi sono molto fastidiosi, perché attaccano in nugoli e le loro punture possono essere peggiori di quelle delle zanzare (specie se sei allergico). Quindi prima di partire informati sulla situazione delle zone che intendi visitare e, nel caso, munisciti di repellente e crema contro le punture d'insetto.

 

Autore

Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori

Consulenti di Web Marketing e Comunicazione per lavoro, Blogger innamorati della Gran Bretagna per passione.

Sito web | Vedi tutti i post di questo autore

Nuovi articoli

9 hotel spettacolari per passeggiare in autunno

Glenfinnan hotel, Scotland
9 hotel spettacolari per passeggiare in autunno

Narrowboat: vacanze e vita fluviale in Gran Bretagna

Narrowboat: vacanze e vita fluviale in Gran Bretagna

Riflettori su East London

Visitare East London
Riflettori su East London

Atterrare nelle East Midlands: cosa fare nei dintorni

Dove si trovano le East Midlands
Atterrare nelle East Midlands: cosa fare nei dintorni

Galles del nord: #ioviaggioper fotografare

Galles del nord: #ioviaggioper fotografare