Da Londra a Canterbury, nel nome della letteratura inglese

by Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori
Thursday 20 February 2020

Hai mai sentito il nome Geoffrey Chaucer? E di T.S Eliot? E di Charles Dickens? Sicuramente conoscerai quest’ultimo. Per gli altri due, se non hai studiato la letteratura inglese, probabilmente ti verrà in mente poco. Geoffrey Chaucer scrisse, tra il 1387 e il 1388, un’opera chiamata Canterbury Tales, I racconti di Canterbury. Che cosa ha a che fare la letteratura del Medioevo con un viaggio in Gran Bretagna? E perché metterlo vicino a due scrittori del XIX e XX Secolo? Semplicemente per lasciarsi ispirare e preparare un itinerario di viaggio da Londra a Canterbury.

I racconti di Canterbury, Dickens e Eliot

Canterbury Tales sta alla letteratura inglese come il Decamerone sta a quella italiana. Non a caso: i critici letterari sono concordi nel dire che Chaucer riportò nel suo libro ben tre novelle scritte da Boccaccio. In poche parole, Canterbury Tales è la racconta di novelle storie che degli ipotetici pellegrini avrebbero dovuto raccontare – due a testa nel viaggio di andata e due a testa nel viaggio di ritorno – per ingannare il tempo nel pellegrinaggio da Southwark (Londra, la zona del Globe per intenderci) fino alla Cattedrale di Canterbury. Già a quel tempo, si trattava di una delle chiese più importanti di Inghilterra. Su Dickens c’è poco da dire: la sua fama lo precede. T.S Eliot, invece, è un poeta dalla produzione profonda e complessa. E anche lui si è occupato, a suo modo, di Canterbury. Partiamo? Così sarà tutto più chiaro.

 

Viaggiare a piedi da Londra a Canterbury?

Certo, è ancora possibile. Un tempo, ovviamente, era l’unica soluzione pensabile per i pellegrini che volevano rendere omaggio a Thomas Beckett, l’arcivescovo di Canterbury sepolto proprio nella cattedrale. L’itinerario che stiamo per raccontarti parte da Southwark, a Londra e arriva alla Cattedrale di Canterbury. Si tratta di poco meno di 100 chilometri. Da percorrere anche in auto o con i mezzi pubblici.

 

Southwark tra passato e futuro
Southwark è una parte della riva sud del Tamigi, ora totalmemte inglobato dentro Londra. Ai tempi di Chaucer, rappresentava i margini della grande città. La zona che va dal London Bridge al Tower Bridge ben racconta il passato e il futuro di Londra. Proprio da Southwark potrai ammirare, davanti a te, la Torre di Londra. Pensa che era già lì ai tempi in cui vennero scritti i Racconti di Canterbury. Proprio opposto alla Torre, invece, puoi ammirare The Shard, edificio che racconta perfettamente il futuro di Londra.

Darford Kent_Itinerary Canterbury

Dartford e gli inglesi celebri
A circa 25 km da Southwark, troverai una delle prime tappe del viaggio che i pellegrini effettuavano per raggiungere Canterbury. Dartford si trova proprio su quella che un tempo era la strada medievale che collegava il porto di Dover a Londra. Questa piccola città del Kent, un tempo, divenne la casa di alcuni cavalieri templari. Il famoso re Enrico V, reso immortale anche dalle parole di Shakespeare, entrò trionfante a Dartmor dopo la celebre battaglia di Agincourt. Vuoi un cenno di storia più recente? Detto, fatto: Mick Jagger e Keith Richards dei Rolling Stones si incontrarono proprio qui.

Rochester e il mondo di Dickens
Da Dartford a Rochester ci sono circa 46 chilometri. Perché fermarsi lì? Certamente per dire “ciao” a Charles Dickens, che proprio qui visse per alcuni anni. La città è famosa proprio per il festival dedicato a Charles Dickens ma non solo. Tornando al tema dei racconti scritti da Chaucer, possiamo dirti che Rochester era una tappa fissa dei pellegrinaggi verso Canterbury. E la sua cattedrale, risalente al XI Secolo, lo testimonia. Fermati qui per respirare aria di mare, storia e letteratura.

Whitstable e le ostriche
A poco più di 40 chilometri da Rochester c’è quella che viene chiamata La perla del Kent. Si tratta della città di Whitstable, un luogo dove le perle sono di casa data la grande presenza di ostriche. Si dice che Whitstable sia uno dei migliori luoghi dove mangiare le ostriche in Gran Bretagna. Sarà vero? Ne I Racconti di Canterbury di Chaucer c’è un racconto che parla di una città di mare molto ricca. Non è dato di sapere se sia Whtistable ma possiamo immaginare che sia così.


Il bosco di Blean
Chaucer, nel suo capolavoro Medievale, cita alcuni posti realmente esistenti in Inghilterra. Uno di essi è proprio sulla strada percorsa dai pellegrini verso Canterbury: si tratta del Blean Woods Nature Reserve. La riserva è particolarmente interessante per gli amanti del birdwatching e per chiunque ami camminare ascoltando solo i suoni della natura.

Canterbury e la sua cattedrale
C’è chi disse, un tempo, che l’anima di Canterbury fosse la sua cattedrale. La città è molto interessante sotto tanti punti di vista. Per esempio, le mura di Canterbury, ancora parzialmente visibili, sono tra le poche in Inghilterra capaci di raccontare la storia che va dall’invasione romana fino al periodo anglo-sassone. Vuoi mettere un pizzico di mistero nel tuo viaggio? Entra nella cattedrale e osserva le vetrate. Alcune di esse raccontano proprio l’assassinio dell’arcivescovo Thomas Becket, avvenuto nel 1170 proprio dentro la cattedrale. Nel 1935, TS Eliot – americano naturalizzato britannico – scrisse un dramma teatrale molto intenso per raccontare questa vicenda reale della storia inglese. Una particolarità di quest’opera? La prima messa in scena avvenne proprio dentro la cattedrale di Canterbury

Autore

Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori

Consulenti di Web Marketing e Comunicazione per lavoro, Blogger innamorati della Gran Bretagna per passione.

Sito web | Vedi tutti i post di questo autore

Nuovi articoli

Le tradizioni di Pasqua in Gran Bretagna

Le tradizioni di Pasqua in Gran Bretagna

Un viaggio nella storia britannica: serie tv e luoghi da visitare

Serie tv storia britannica
Un viaggio nella storia britannica: serie tv e luoghi da visitare

Il galateo che Downton Abbey può insegnare

Il galateo che Downton Abbey può insegnare

Inghilterra: in viaggio alla scoperta delle location di The English Game

A football on a pitch
Inghilterra: in viaggio alla scoperta delle location di The English Game

7 modi straordinari per vivere i paesaggi della Scozia

7 modi straordinari per vivere i paesaggi della Scozia