Facciamo un salto al pub

Tuesday 17 May 2016

Praticamente tutti quelli che arrivano in Gran Bretagna prima o poi entrano in un pub. Poche cose sono legate alla società e alla cultura britannica più di questo locale tipico. Il pub non è solo una semplice rivendita di birra e whisky: esso evoca una vera e propria mitologia fatta di antichi edifici, bassi soffitti in legno, camini, leggende e lunghe serate passate con gli amici. Alcuni pub sono aperti letteralmente da secoli, e sedersi al loro interno non costituisce solo una sosta per farsi un bicchierino, ma è piuttosto un viaggio nel tempo e nella storia. Un paio d'ore passate in uno dei nostri pub non sono mai sprecate.


Churchill Arms, Londra.

Pub è l'abbreviazione di public house (casa pubblica) che anticamente era una semplice abitazione dove si poteva bere, mangiare, dormire e a volte cambiare anche i cavalli. Sembra che l'origine di questo tipo d'esercizio commerciale sia da ricercare addirittura nelle tabernae (taverne) degli invasori Romani. Nei secoli si è arrivati al pub nella sua forma attuale, cioè quella di un locale dove si bevono prevalentemente alcolici, dove spesso (ma non sempre) si può mangiare e dove a volte si può anche dormire.

Non bisogna pensare che il pub sia solo un ritrovo per bevitori. In passato, ad esempio, per chi viveva in piccole abitazioni o in condizioni disagiate assolveva la funzione di vera e propria seconda casa, dove poter ritrovarsi con amici e parenti. È vero che i pub godevano generalmente di una cattiva fama (alcuni avevano addirittura i vetri oscurati per non fare vedere chi c'era all'interno), ma al giorno d'oggi le cose sono totalmente cambiate. Ora accanto a pub classici e tradizionali ci sono pub molto eleganti che dispongono d'arredamenti di tendenza, che propongono ricercate specialità gastronomiche e che offrono alloggi degni di un hotel.

Ti sarai accorto che nello UK ci sono locali chiamati public house e altri chiamati free house. Qual è la differenza? In teoria una public house ha un contratto in esclusiva con un certo fabbricante di birra, mentre una free house compra liberamente la birra dai fornitori che preferisce. Per il resto, questi due esercizi sono identici. Una cosa che invece molti pub hanno in comune è la tradizione di battezzarli con nomi strani oppure anche irriverenti: non si contano infatti i pub chiamati “La Testa Del Re” o “La Testa Della Regina”.


The Old Nag's Head, Edale, Derbyshire, Inghilterra. ©VisitBritain / Daniel Bosworth

Riguardo ai pub britannici ci sono alcune regole che in Italia non esistono, quindi è necessario che tu faccia attenzione. Per prima cosa puoi bere alcolici solo nei confini della proprietà del locale: nello UK è vietato consumare bevande alcoliche praticamente in tutti gli spazi pubblici (strade, piazze, giardini, eccetera), pena multe abbastanza salate. In secondo luogo il proprietario del pub ha il diritto di cacciare clienti molesti o violenti, di impedirne l'accesso per sempre e di vietare l'ingresso ai minori: se un pub accetta i bambini troverai la scritta family welcome. Alcuni pub impongono anche certe regole d'abbigliamento, e non fanno entrare persone che indossano tute da ginnastica, bermuda o infradito.

Al pub si ordina solo al banco, il conto si paga subito e le bevande le si porta via da soli. Se si vuole anche mangiare si consulta il menu, si ordina sempre al banco e il cibo verrà portato al tavolo dal personale. A volte queste usanze possono subire variazioni: ci sono pub che, se scegli di mangiare, ti servono al tavolo sia il cibo che le bevande. Oppure ce ne sono altri che hanno una sala ristorante separata, con relativo servizio completo e pagamento alla fine del pasto.

Vuoi sapere una curiosità sul galateo al pub? Secondo una regola non scritta, se una signora vuole bere birra è considerato più elegante per lei ordinare una mezza pinta piuttosto che una pinta intera.

E ora che sai praticamente tutto sui pub britannici, te ne consigliamo alcuni tra i migliori.

Il Conan Doyle di Edimburgo è un caratteristico pub che si trova appena fuori dal centro, proprio vicino alla casa natale dell'autore di Sherlock Holmes. Oltre a bere ottime birre puoi anche assaggiare diverse specialità gastronomiche, tra le quali il famoso haggis, il piatto nazionale scozzese.

L'incantevole Ship Inn dell'Isola di Anglesey, in Galles, è situato praticamente in riva al mare, nella Red Wharf Bay. D'estate puoi goderti una birra all'aperto davanti a un fiabesco panorama, d'inverno puoi scaldarti al calore di un bel camino acceso, e in ogni stagione puoi gustare un'ottima cucina. Lo Ship Inn è a circa 50 minuti d'autobus da Bangor, mentre Bangor dista circa 2 ore di treno da Liverpool.

Il Lord Crewe Arms di Blanchland, nella County Durham, è un elegante pub-ristorante ricavato in un ex convento. Questo locale propone birra di propria produzione e cucina tipica del Northumberland, in special modo cacciagione. Particolare davvero interessante: è infestato da un fantasma, che si fa sentire sbattendo le porte. Annesso al pub c'è anche un hotel, che si trova in un altro edificio vicino (senza spettri). Blanchland si trova a circa 1 ora e mezza d'autobus da Newcastle upon Tyne.

 

Scopri la gastronomia britannica

Articoli più recenti

Terme di Bath: la più famosa spa della Gran Bretagna

Terme di Bath: la più famosa spa della Gran Bretagna

Un weekend a Cambridge

Un weekend a Cambridge

Sulle orme di Sherlock Holmes

A Victorian-style policeman on guard outside the Sherlock Holmes Museum on Baker Street
Sulle orme di Sherlock Holmes

Un weekend nelle Cotswolds

Cotswolds
Un weekend nelle Cotswolds

Come essere un vero Kingsman, o un vero gentiluomo

Kingsman: The Golden Circle
Come essere un vero Kingsman, o un vero gentiluomo