Il galateo che Downton Abbey può insegnare

by Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori
Wednesday 08 April 2020

Anche tu, in questo periodo così isolato, ti sei rimesso a guardare le serie tv che più ami? Downton Abbey sta facendo compagnia a molti. Diciamolo pure: la storia della famiglia Crawley e di quella di tutto il suo personale di servizio è sempre una grande scelta, anche se la si sa a memoria. Guardare più volte la stessa serie e lo stesso film può aiutare chiunque a focalizzare meglio alcuni particolari. Hai mai pensato a quanto galateo d’altri tempi ci possa insegnare Downton Abbey e a quante di quelle abitudini cordiali siano ancora in auge in Gran Bretagna? Vediamone assieme alcune.

Indossare il cappello in visita alla casa altrui o in un luogo esterno

In Downton Abbey si vede bene: se, per esempio, la signora Crawley va a trovare Lady Violet, Isobel non si toglie mai il cappello. E così qualsiasi signora in visita a un’altra. Anche Lady Edith, quando va a pranzo col suo futuro marito, si siede a tavola togliendosi soprabito e guanti, ma non il cappello. Perché una signora fuori casa deve sempre tenere la testa coperta? Il cappello è considerato un accessorio, al pari di una collana o di un gioiello. Va tenuto sempre addosso, anche in casa altrui, a meno che chi ci invita non sia proprio un amico di vecchia data. Nel caso dei rapporti sociali di Downton Abbey, la formalità era d’obbligo. Lady Mary di certo non si toglieva il cappello a casa di sua nonna! Per gli uomini, invece, è diverso: il cappello si toglie, soprattutto in presenza di una signora e all’interno di una casa o di un locale. L’uso dei cappelli è ancora molto sentito in Gran Bretagna: prova a pensare al Royal Ascot. Chissà cosa ne penserebbe la contessa di Grantham.

Un dopocena diviso tra uomini e donne

Tra le regole del buon ricevere, almeno riferite ai tempi in cui è ambientato Downton Abbey, ce n’era una che andava sempre rispettata: a fine cena, le signore raggiungevano da sole il salotto mentre gli uomini restavano in sala da pranzo. Perché? Al tempo, le donne non si interessavano di certo di affari e politica. Il loro muoversi verso un’altra sala permetteva agli uomini di restare soli e parlare spesso proprio di politica. Va detto, infatti, che i Lord hanno tutt’ora il loro posto nella Camera dei Lord, proprio come al tempo. Era normale, quindi, interessarsi a tali temi. Inoltre, una volta rimasti soli, agli uomini era concesso fumare: solitamente non si faceva mai in compagnia femminile. E ora com’è? Sicuramente, nelle nostre moderne case così come in quelle britanniche, dopo cena si sta tutti assieme. Si dice, però, che nelle case nobiliari succeda ancora di passare una buona mezz’ora separati. Chissà se a Highclere Castle succede ancora!

Servire a tavola

Servire a tavola è sempre un qualcosa di particolare. Chi frequenta o ha frequentato la scuola alberghiera lo sa bene. Ai tempi in cui è ambientata la serie tv Downton Abbey, il turismo di un certo livello era già cosa certa in Gran Bretagna: i nobili e i ricchi facevano ancora il Gran Tour. Il popolo si permetteva, una volta l’anno, di andare da qualche parte… magari al mare. L’occasione era quella giusta per mangiare fuori casa. Cosa distingueva il pranzare a casa da quello fuori casa? La tipologia di servizio. Lo si nota bene in una puntata delle prime stagioni di Downton Abbey: a casa Crawley arriva Alfred, un nuovo cameriere. Alfred aveva esperienza di servizio in ristorante e non in una casa nobiliare. Cosa sbaglia? Durante la sua prima cena a Downton cerca di servire direttamente Lady Violet, che si risente un po’. Immediatamente, il Signor Carson lo rimprovera. In hotel si serve direttamente l’ospite e lo si fa da sinistra, se si porta a tavola un piatto già porzionato; nelle case nobiliari ci si avvicina da destra e si lascia che sia l’ospite a servirsi. Che sia ancora così? Fateci caso nel caso abbiate un invito altolocato.

Il debutto in società

Il debutto in società sembra essere uno dei temi chiave della Britishness che si può trovare nei romanzi, in film e anche in una serie tv come Downton Abbey. Del resto, Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen insegna molte cose a riguardo. Ma cosa vuol dire “debuttare in società”? Solitamente, le ragazze di buona famiglia non potevano frequentare luoghi pubblici fino al loro debutto. Quest’ultimo, altro non è che una presentazione ufficiale durante un evento mondano. Le famiglie più fortunate presentavano le loro figlie direttamente alla famiglia reale. Una volta debuttato, la fanciulla in questione poteva recarsi a feste, balli, occasioni pubbliche e spettacoli senza il bisogno di uno chaperon, ovvero di qualcuno (solitamente di sesso femminile) che la accompagnasse in pubblico. In Downton Abbey, lo vediamo bene con le vicende legate a Lady Rose, la cugina dei Crawley. Lei ne combina di cotte e di crude prima del debutto ma, alla fine, seguirà il corso regolare della sua vita post debutto: fara beneficenza, ballerà alle feste, troverà marito. È ancora così? Per fortuna, no.

 

Autore

Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori

Consulenti di Web Marketing e Comunicazione per lavoro, Blogger innamorati della Gran Bretagna per passione.

Sito web | Vedi tutti i post di questo autore

Nuovi articoli

Ricetta del Cornish Pasty

vassoio con una serie di cornish pasty crudi
Ricetta del Cornish Pasty

8 classici britannici per sognare nuovi viaggi in Gran Bretagna

8 classici britannici per sognare nuovi viaggi in Gran Bretagna

Letteratura e viaggi: ispirazioni e classici senza età per il tuo viaggio in Gran Bretagna

Letteratura e viaggi: ispirazioni e classici senza età per il tuo viaggio in Gran Bretagna

Le location del film Emma in Inghilterra

cottage tradizionale a Lower Slaughter.
Le location del film Emma in Inghilterra

7 esperienze virtuali per visitare i giardini della Gran Bretagna

La Temparate House à Kew Gardens.
7 esperienze virtuali per visitare i giardini della Gran Bretagna