Itinerario per un weekend lungo a Dundee e dintorni

by Stefano Bagnasco
Monday 30 September 2019

Negli ultimi mesi Dundee è salita alla ribalta del turismo internazionale grazie all’apertura del V&A Museum, ad oggi l’unico esistente fuori Londra. Ma la località scozzese non si è fermata qui e difatti sta crescendo la sua fama come centro culturale. Ciò anche in seguito al riconoscimento dell’UNESCO, che nel 2014 l’ha dichiarata Città del Design, la prima di tutto il Regno Unito.

Inoltre, è la base ideale per partire alla scoperta dell’Angus oppure del Perth and Kinross. Ecco perché in questo articolo troverai alcune idee per visitare sia Dundee che un paio di località nei dintorni.

La città è molto facile da visitare, il centro storico è piccolo e le attrazioni di maggior richiamo sorgono attorno alla lunga via principale che in parte è pedonale.

 

Dundee Law

Dundee Law

Se il meteo lo concede ed hai voglia di camminare un po’ di più, ti suggerisco di iniziare da questa collina di origine vulcanica, alta 174 m.

È un ottimo punto panoramico su Dundee e sul Firth of Tay che la separa dalla regione del Fife. Inoltre, ha avuto un ruolo importante pure dal punto di vista storico. Difatti, il 13 aprile 1689 il Visconte Dundee vi alzò lo stendardo reale degli Stuart dando così inizio alla prima rivolta giacobita. Il memoriale posto in cima è invece dedicato ai caduti delle due guerre mondiali.

MCMANUS GALLERY

Dundee Mcmanus Gallery

Nel cuore di Dundee sorge questo magnifico edificio vittoriano che dal 1867 racconta la storia, l’arte e la cultura della città.

Le 8 gallerie custodiscono documenti ed oggetti risalenti addirittura fino a 400 milioni di anni fa e, tra le tante opere che puoi osservare, ve ne sono alcune davvero imperdibili. Mi riferisco ad esempio all’astrolabio più antico del mondo, allo scheletro di balena di due secoli fa che testimonia una delle attività locali del passato ed a una delle due bandiere giacobite “sopravvissute” alla battaglia di Culloden del 16 aprile 1746.

V&A DUNDEE

V&A Dundee

Inaugurato il 15 settembre 2018, è il primo Museo del Design in Scozia ed è stato progettato da Kengo Kuma, architetto giapponese incaricato anche della costruzione dello stadio di Tokyo che varrà utilizzato per le Olimpiadi del 2020.

L’edificio vuole richiamare le forme delle scogliere della costa orientale scozzese e si affaccia direttamente sul fiume Tay. Le gallerie al suo interno mostrano opere e progetti provenienti da tutta la Scozia e tra questi spicca la “Oak Room” di Charles Rennie Mackintosh, ricostruita ed installata in circa 16 mesi di lavoro. 

Il museo V&A è gratuito ad eccezione delle mostre temporanee che si tengono in una galleria riservata.

RRS DISCOVERY

RSS Discovery Dundee

Lo slogan promozionale di Dundee è “One city, many discoveries” perché, oltre alla sua rilevanza in ambito scientifico, proprio nei suoi cantieri navali è stata costruita la RRS Discovery.

La nave fu la protagonista della celebre impresa dell’equipaggio guidato dal capitano Scott che salpò nel 1901 diretto verso l’Antartide dove poi si fermò per due inverni per esplorare il territorio ed effettuare una serie di studi scientifici.

Adatta sia per grandi che piccini, la visita del museo e poi degli ambienti di bordo racconta storie di vita quotidiana ed aneddoti degli uomini che grazie a questa impresa entrarono nella storia della navigazione. 

BROUGHTY FERRY

Castello Broughty Ferry

Sobborgo ubicato a 4 miglia ad est rispetto al centro storico di Dundee, Broughty Ferry è la destinazione perfetta per una rilassante gita fuori porta.

Vi si arriva comodamente coi mezzi pubblici e dalla via centrale si raggiunge in pochi attimi il suggestivo lungomare. La vista è dominata dal Broughty Castle, fortezza innalzata verso la fine del XV secolo per proteggere la baia.

Dando le spalle alla città, la passeggiata prosegue sull’ampia spiaggia sabbiosa e costeggia un’estesa area verde con incluso un parco giochi per i bambini.

ARBROATH

Abbazia Abroath

Questo antico villaggio reale affacciato sul Mare del Nord deve la sua fama alla Arbroath Abbey.

Fondata nel 1178 per volontà di Guglielmo I di Scozia, è legata in particolare alla Dichiarazione di Arbroath. Trattasi di una lettera redatta da un gruppo di nobili e che fu spedita al Papa Giovanni XXII in data 6 aprile 1320. Il contenuto rivendicava l’indipendenza della Scozia e la giustificazione di un intervento militare in caso di attacco.

Le Arbroath cliffs sono invece il luogo ideale se sei appassionato di natura e panorami mozzafiato. Il sentiero corre lungo la costa all’interno della riserva Seaton Wildlife e si ha la possibilità di osservare da vicino formazioni di roccia arenaria rossa dalle forme più diverse.

Se invece ami la buona cucina, nel porticciolo si può degustare l’Arbroath smokie, specialità locale che prevede un eglefino salato ed affumicato bruciando sul legno stagionato.
 

Author

Stefano Bagnasco

Blogger di professione, ha scoperto Edimburgo ed il fascino della Scozia nell’estate del 2013. Da allora ci torna diverse volte all’anno per visitare le zone meno battute dai turisti ed affidandosi sempre ai mezzi pubblici locali.

Blog | Vedi tutti i post di questo autore

Nuovi articoli

Portmeirion: un villaggio da fiaba in Galles

portmeirion di notte vista da lontano
Portmeirion: un villaggio da fiaba in Galles

Loch Ness & la leggenda del mostro Nessie

due persone vicino al lago lochness
Loch Ness & la leggenda del mostro Nessie

Royal Botanic Garden Edinburgh: il giardino botanico di Edimburgo

glasshouse del giardino botanico di edimburgo
Royal Botanic Garden Edinburgh: il giardino botanico di Edimburgo

Cornovaglia: il Castello di Tintagel e la leggenda di Re Artù

statua di re artu con vista mare
Cornovaglia: il Castello di Tintagel e la leggenda di Re Artù

Itinerario sul Loch Ness: da Urquhart Castle a Fort Augustus

ragazzo in piedi su un van che fa un selfie con il panorama di giorno
Itinerario sul Loch Ness: da Urquhart Castle a Fort Augustus