Mordi il lato insolito delle città britanniche

"Cosa c'è per cena?" Nelle città britanniche, quelle tre paroline potrebbero portarti ovunque. Proprio come nostri ristoranti stellati Michelin si segue l’andamento delle stagioni, la cucina britannica è in continua evoluzione. Ci sono le bancarelle sfrigolanti negli street food market, sempre vari e ricchi di sapori. Mentre la nazione si prepara a brindare al Giubileo di Platino della Regina in estate, anche i nostri chef stanno scegliendo la sostenibilità, promuovendo la cucina iper-locale, utilizzando ingredienti a basso impatto e portando i piatti a base vegetale a nuovi livelli.

Sappiamo che hai fame di una nuova avventura, quindi ti abbiamo riservato un posto. Ecco cosa c'è nel menu...

Cibo in movimento: street food market e locali spumeggianti

Smiling man working at BABA G's Food Stall, Pop Brixton, Brixton, London.

Per capire davvero cosa fa funzionare una città, basta assaporare il suo cibo di strada. Non c'è modo migliore per entrare in contatto con un luogo - e la sua gente - che sgranocchiare le migliori proposte locali e incontrare i loro talentuosi creatori. Basta dare un'occhiata al Brixton Market di Londra, dove vengono servite torte e pinte di birra britannica accanto a pollo in stile giamaicano, dosa indiani e curry giapponese. Qui sono rappresentate più di 70 culture: un delizioso assaggio della vita nel sud di Londra.

L'Edinburgh Food Festival (luglio 2022) è l’evento giusto per gustare di tutto, dall'aragosta dell'East Lothian ai succosi hamburger delle Highland, mentre il Riverside Market di Cardiff combina gustose specialità tradizionali gallesi (pensa a formaggi, pane e la torta Bara brith) con sapori di Italia, Francia e Portogallo . Per approfondire, partecipa a un tour di degustazione con Loving Welsh Food: esplorerai Cardiff a piedi, assaggerai salumi, vongole, laverbread (e molto altro) dai negozio dei migliori produttori della capitale.

In alcune città, i mercati spuntano nei posti più improbabili, trasformando angoli poco conosciuti in veri e propri hotspot per i buongustai, come Spark, nel centro di York, che ha utilizzato dei container per dare il giusto spazio a una pizzeria, un burrito bar e un affumicatoio con tanto barbecue. A Bristol, Boxhall (apertura a giugno 2022) porterà una street food hall e musica dal vivo nel rinomato porto della città, mentre a Manchester, Escape to Freight Island  ha rigenerato un vecchio deposito ferroviario a Mayfield in un luogo spettacolare per ristoranti indipendenti, concerti e serate comiche.

Bar e microbirrifici da scoprire

Qual è la tua bevanda preferita? In Gran Bretagna si amano i pub e le loro pinte, ma non dimenticare di assaggiare anche i whisky, magari quelli prodotti in piccolo distillerie, i gin e il sidro artigianale. Per i bevitori più esigenti, c'è così tanto da scoprire e i birrifici e le distillerie della nazione offrono tour e degustazioni in abbondanza. La Drygate Brasserie di Glasgow ha 23 birre alla spina, oltre a un'accurata selezione di bottiglie, tutte provenienti dal suo pluripremiato birrificio (che si può ammirare anche da alcuni tavoli). A Birmingham, Indian Brewery Taproom celebra le diverse radici della città, abbinando le sue lager artigianali e IPA con cibo di strada speziato.

Alla Glengoyne Distillery, vicino a Glasgow, puoi assaporare le tante sfumature di miele dei pregiati single malt, a pochi passi dagli scintillanti alambicchi di rame usati per la produzione. Questa accogliente azienda a conduzione familiare produce whisky dal 1833, ma è piena di idee innovative e green, con i suoi alveari, le zone umide con fauna selvatica e il 100% di energia rinnovabile. Nel frattempo, la Cooper King Distillery di York ha realizzato il primo gin con carbon footprint negativa al mondo (è secco e aromatico) e la Oxford Artisan Distillery sostiene l'agricoltura biologica a basso impatto con i suoi whisky pluripremiati. Tutte le sedi offrono visite guidate, così potrai avere l’occasione di vedere - e assaggiare - i risultati, nonché incontrare le persone che li realizzano.

Dopo aver provato le specialità britanniche, potresti anche provare a crearne una tua, ovviamente con un piccolo aiuto da parte degli esperti. Durante la Gin Making Experience Hensol Castle Distillery, vicino a Cardiff, selezionerai i prodotti botanici, ti occuperai del processo di distillazione e porterai la tua creazione a casa per assaggiarla in seguito e ricordare il tuo viaggio. Preferisci la birra? Diventa un mastro birraio con il Beer Making Workshop del London Beer Lab, mentre gli amanti del whisky possono partecipare a una sessione Blend Your Own presso la Scotch Whisky Experience di Edimburgo.

 

Assaggi sostenibili: buoni per te e per il pianeta

Mangiare in modo sostenibile non aiuta solo l'ambiente: ti avvicina al cuore di un luogo, ti mette in contatto con le comunità locali e ispira i nostri ristoranti a servire cose nuove ed eccitanti. Come succede al ristorante italiano Contini George Street, a Edimburgo, che ha i suoi alveari sparsi per tutta la città, di cui due alla Scottish National Gallery of Modern Art. Il suo menu è ricco di cucina iper-locale, con ingredienti provenienti da oltre 70 artigiani scozzesi e dal suo orto.

Nel giugno 2021, il Gauthier Soho di Londra è diventato vegano al 100%, con lo chef Alexis Gauthier che ha lanciato un grido di battaglia per un approccio più "progressista e compassionevole" alla cucina raffinata. Il risultato ha lasciato i clienti in estasi, pronti a lasciare recensioni positive. Lo chef celebra la generosità naturale della Gran Bretagna in piatti come il risotto al tartufo nero e le quenelle di mare, un "caviale" salato-dolce a base di alghe. Molti dei ristoranti stellati Michelin della capitale hanno sviluppato anche menu vegani, come Galvin La Chapelle a Spitalfields e Pied à Terre  a Fitzrovia, a dimostrazione del fatto che la gastronomia a base vegetale è approdata in Gran Bretagna e lì vuole restare.

Non è una novità che il Food For Friends di Brighton sia specializzato in cucina vegetariana e vegana dal 1981. Il suo menu stagionale in continua evoluzione, con piatti del calibro di "costolette" di mais dolce con salsa barbecue al tamarindo, o melanzane glassate e satay di peperoncino dolce, propone sempre qualcosa di nuovo da scoprire. Nel frattempo, a Cardiff, Nook ha il sostegno della Guida Michelin per i suoi vini biologici e biodinamici, tutti perfettamente abbinati a specialità di provenienza gallese.

Alcune restrizioni sui viaggi in Gran Bretagna potrebbero essere in vigore a causa di Covid-19. Si consiglia di controllare sempre gli specifici siti web per le informazioni più aggiornate, in quanto i dettagli sono soggetti a modifiche.

11 May 2022(last updated)

Ti potrebbe interessare