Musica a Manchester

1. Band on the Wall

Il Band on the Wall (in italiano: il Complesso sul Muro) si chiama così perché un tempo i gruppi musicali vi suonavano su un palco sopraelevato posto contro una parete. Questo locale ha ospitato concerti di qualsiasi genere, dal jazz al punk, accogliendo gruppi locali del calibro di Buzzcocks, The Fall e Joy Division. Ora è un ente senza scopo di lucro che collabora con l'ente musicale Brighter Sound e con il Manchester College: gli spettacoli contribuiscono a finanziare iniziative educative in ambito scolastico e sociale.

 Music in Manchester

 

2. The Bridgewater Hall

La Bridgewater Hall è una straordinaria sala da concerti inaugurata negli anni '90, che ospita spettacoli dei più disparati generi, dalla musica classica al rock. Questa struttura soddisfa gli standard acustici più elevati ed è la sede di tre prestigiose orchestre: la Hallé, la BBC Philarmonic e la Manchester Camerata. 

 

3. Salford Lads Club

I fan degli Smiths vengono da tutto il mondo per recarsi in pellegrinaggio al Salford Lads Club e rievocare la scena della famosa copertina interna dell'album “The Queen is Dead”, che mostra la band all’esterno dell’edificio. Possiede anche una sala dedicata agli Smiths con pareti e soffitti intonacati con poster, fotografie e scritte. La collezione comprende anche un mosaico con Morrissey che è stato donato dal fondatore di Afflecks Palace, il leggendario mercato coperto di Manchester, che è pieno zeppo di stravaganti reperti.

 

4. The Albert Hall

La Albert Hall (da non confondere con la sua quasi omonima sala da concerti londinese) è una ex cappella riconvertita. Questo è un edificio storico protetto ma anche famoso locale che propone musica dal vivo, noto per accogliere sia artisti emergenti che stelle affermate. Un concerto nella sua atmosfera originale e quasi bizzarra è un'esperienza quasi spirituale!

 

5. L'iconico ponte

Conosciuto  come Joy Division Bridge, l'Epping Walk Bridge ha acquisito uno status leggendario nella storia musicale di Manchester, essendo stato lo sfondo del famoso servizio fotografico della band locale NME e in seguito il loro album Best of, girato da Kevin Cummins. Scattata nel 1979, la foto mostra Ian Curtis, Bernard Sumner, Peter Hook e Stephen Morris sul ponte in una nevosa mattina d'inverno.

 

6. Storia della musica

 

L' Edwardian Manchester Hotel, e The Free Trade Hall nel centro della città, un tempo era un luogo di grande significato musicale e sede di due eventi culturali molto importanti. Il primo è stato il concerto di "Judas" che ha caratterizzato la carriera di Bob Dylan, in cui ha sconvolto i fan quando ha scelto di suonare con una chitarra elettrica piuttosto che la sua acustica, abbandonando il suo amato suono folk. È diventato quasi immediatamente noto come il concerto di "Giuda", così nominato dai fan che non gradirono. E esattamente un decennio dopo, la Lesser Free Trade Hall, vide il famoso concerto dei Sex Pistols del 1976. Con solo 40 persone ad assistere, questa performamce passò alla storia della musica come "il concerto che ha cambiato il mondo".