Viaggiare in Gran Bretagna

Viaggiare in auto

Le due differenze più ostiche che gli automobilisti stranieri trovano in Gran Bretagna sono la guida a sinistra e le distanze indicate in miglia. Tuttavia, una volta che ci si è abituati, esplorare la Gran Bretagna in auto è molto facile e piacevole, anche se la densità del traffico nelle città, durante l'alta stagione turistica e in occasione delle festività può causare ingorghi e ritardi (ad esempio, i fine settimana nei pressi della costa meridionale possono essere particolarmente difficil in questo senso). Ad ogni modo nel nostro Paese potrai usufruire di un'ampia rete di strade statali e autostrade senza pedaggio che semplificano notevolmente gli spostamenti. E, cosa da non sottovalutare, durante i tragitti potrai anche ammirare meravigliosi panorami e pittoreschi villaggi.
 

Cosa occorre per guidare l'auto nel Regno Unito

  • Per guidare in Gran Bretagna occorre una patente di guida valida e, se necessario, un permesso di guida internazionale. Inoltre nel veicolo di deve sempre avere a disposizione i documenti dell'assicurazione, assieme a un certificato di proprietà o un contratto di noleggio.
     
  • Per maggiori informazioni puoi consultare le informazioni per gli italiani che guidano in Gran Bretagna (pubblicate sul sito web del Consolato Generale d'Italia a Londra) oppure il Codice della Strada Britannico.
     

Strade e orientamento

  • Per quanto riguarda il traffico, le ore di punta nei giorni feriali sono dalle 07:30 alle 09:30 e dalle 16:30 alle 19:00. Pertanto ti sconsigliamo di usare l'auto in questi orari, se possibile.
     
  • La maggior parte dei servizi di noleggio auto include dispositivi GPS, tuttavia per sicurezza sarebbe meglio portare sempre con te una buona mappa. Gli atlanti stradali AA e gli atlanti stradali RAC sono ottime risorse per chi usa l'automobile in Gran Bretagna. Se desideri esplorare le zone meno urbanizzate e fuori dai soliti percorsi turistici, ti consigliamo di procurarti le mappe della Ordnance Survey, che sono carte molto dettagliate e utili per itinerari molto specifici.
     
  • Le autostrade sono contrassegnate con una “M” seguita dal numero di identificazione. Le strade principali sono contrassegnate da una “A” e a volte sono dotate di due corsie per ogni senso di marcia. Le strade secondarie sono contrassegnate da una “B”: generalmente risultano meno trafficate e spesso danno la possibilità di godersi il panorama durante la guida. Le zone rurali sono attraversate da una rete di piccole strade di campagna.
     

Segnali stradali

  • I segnali stradali sono in gran parte standardizzati e in linea con quelli utilizzati nel resto d'Europa.
     
  • I segnali direzionali si suddividono in base al colore: blu per le autostrade, verde per le strade principali, bianco per le strade secondarie. I segnali marroni indicano i luoghi di interesse. I segnali di avviso o di pericolo prevedono generalmente triangoli con simboli di facile comprensione e indicazioni in colore rosso e/o bianco.
     
  • Presta particolare attenzione agli avvisi che appaiono sui monitor elettronici lungo le autostrade, che forniscono informazioni su eventuali lavori stradali, incidenti, banchi di nebbia e altri problemi che potresti trovare lungo il tuo tragitto.
     
  • I passaggi a livello lungo le linee ferroviarie hanno spesso barriere automatiche. Il semaforo rosso lampeggiante indica che un treno è in arrivo e che sei obbligato a fermarti.
     
  • Per maggiori informazioni consulta il Codice della Strada Britannico.
     

Principali regole di guida

  • In Gran Bretagna i limiti di velocità sono in genere di 20-40 mph (50-65 km/h) nei centri abitati e di 70 mph (110 km/h) sulle autostrade o superstrade a doppia corsia. Presta attenzione ai limiti di velocità su altre strade.
     
  • Nel nostro Paese è obbligatorio indossare le cinture di sicurezza.
     
  • Non metterti alla guida dopo aver bevuto alcolici poiché nel Regno Unito sono previste sanzioni molto severe.
     
  • È contro la legge utilizzare il telefono cellulare durante la guida, a meno che non possa essere controllato senza mani: tuttavia è consigliabile non usare il telefono mentre si guida.
     
  • Per maggiori informazioni consulta il Codice della Strada Britannico.
     

Parcheggi

  • In Gran Bretagna capita spesso di trovare aree di sosta con parchimetro, pertanto di consigliamo di procurarti una scorta di monete per pagare il parcheggio senza difficoltà. Solitamente i parchimetri sono in funzione durante l'orario lavorativo (normalmente dalle 08:00 alle 18:30 dal lunedì al sabato).
     
  • Diverse città prevedono i sistemi cosiddetti "Park & Ride", con i quali puoi parcheggiare l'auto in periferia per poi raggiungere il centro con un autobus. Alcune località urbane hanno sistemi di parcheggio a pagamento con i quali si acquista una scheda presso l'ufficio turistico o altri punti vendita, sulla quale si annotano gli orari di parcheggio e che poi viene esposta sul cruscotto.
     
  • Evita le aree di sosta contrassegnate con doppie linee rosse o gialle. Le strisce singole indicano talvolta che è possibile parcheggiare la sera e nei fine settimana, tuttavia ti invitiamo a controllare con attenzione le indicazioni per evitare spiacevoli conseguenze, come una multa salata o anche la rimozione del veicolo.
     
  • Cerca i cartelli con una “P” di colore blu, che sono utilizzati per segnalare i parcheggi. Non lasciare mai oggetti di valore o bagagli incustoditi all’interno dell’auto. Se sei in dubbio su dove sia permesso parcheggiare per strada, è preferibile cercare un'area di sosta autorizzata a pagamento. Ad ogni modo al di fuori delle trafficate aree urbane e delle frequentate zone turistiche parcheggiare è più facile.
     
  • Per maggiori informazioni consulta il Codice della Strada Britannico.
     

Rifornimento di carburante

  • In Gran Bretagna il carburante (inglese: fuel) per autoveicoli è disponibile in 2 tipologie: gasolio (inglese: diesel fuel), e benzina senza piombo (inglese: unleaded petrol). La benzina LRP (acronimo inglese per Lead Replacement Petrol, in italiano: benzina al piombo sostitutiva) ha sostituito nel 2000 la vecchia benzina al piombo. Nel 2003 anche la benzina LRP è stata tolta dal mercato: perciò se hai un veicolo a benzina indicativamente precedente al 1992 leggi i consigli per il rifornimento di vecchie auto.
     
  • Facendo rifornimento presso una delle grandi catene di supermercati avrai la possibilità di risparmiare, poiché generalmente offrono prezzi più vantaggiosi sui rispetto ai distributori tradizionali. Molte sedi di Asda, Morrisons o Sainsbury’s dispongono di stazioni di servizio.
     
  • Le stazioni di servizio lungo le autostrade e nelle regioni rurali o isolate sono generalmente più costose. Le stazioni di rifornimento in Gran Bretagna sono per la maggior parte di tipo self-service: le istruzioni si trovano in corrispondenza delle pompe e sono facili da seguire.
     

Soccorso stradale

  • Se si verifica un guasto sul tuo veicolo mentre sei per strada puoi contattare la AA (Automobile Association) oppure il RAC (Royal Automobile Club). Per contattare questi due servizi puoi utilizzare (dove sono presenti) i telefoni SOS a bordo strada, che sono posti in cabine arancioni e che si possono utilizzare solo in caso di emergenza. Se non sei vicino a un telefono SOS puoi cercare su Google i numeri di telefono d'emergenza oppure, meglio ancora, puoi informarti e annotare i numeri d'emergenza prima di iniziare il viaggio. Oltre ai due precedenti, Green Flag è l'altro più importante servizio di soccorso stradale in Gran Bretagna.
     
  • Sia la AA che la RAC forniscono ai soci assistenza completa sui guasti 24 ore al giorno, così come molti altri servizi automobilistici. Entrambe offrono assistenza anche ai membri delle associazioni automobilistiche estere reciproche: prima di metterti in viaggio ti consigliamo di verificare se sei provvisto di tale copertura.
     
  • La maggior parte delle agenzie di noleggio auto prevede una copertura assicurativa e le loro tariffe includono anche la quota di associazione ad AA, RAC o Green Flag: quando noleggi un'automobile ricordati di chiedere all’agenzia tutti i numeri dei servizi di emergenza.
     
  • Se non sei un membro di un'associazione automobilistica britannica (o di un'associazione reciproca estera) puoi contattarla comunque per il servizio di soccorso, ma dovrai ovviamente pagare un costo maggiore.
     
  • Se resti coinvolto in uno scontro stradale con feriti, oppure se assisti a un incidente, per chiamare polizia e ambulanza devi telefonare al numero d'emergenza 999 (valido per polizia, ambulanza, Vigili del Fuoco, Guardia Costiera di salvataggio e Soccorso Alpino). Se per qualche motivo non puoi o non riesci a parlare allora manda un SMS al numero 18000.
     
  • La ETA (Environmental Transport Association) fornisce consigli su come ridurre l'impatto delle emissioni di anidride carbonica. Inoltre offre una serie di servizi di soccorso stradale e di assicurazione di tipo etico.
     

Noleggiare l'auto

  • Noleggiare un'auto i Gran Bretagna è abbastanza facile: molte compagnie hanno uffici direttamente negli aeroporti. Però tieni anche presente che noleggiare un'auto nel nostro Paese può risultare costoso.
     
  • Una delle aziende nazionali più competitive è Autos Abroad, ma alcune compagnie locali minori potrebbero costare anche meno. Altre affidabili aziende di autonoleggio sono Avis, Hertz, Europcar e Budget.
     
  • Solitamente quando si noleggia un'auto l'assicurazione dovrebbe essere compresa. Comunque ricorda che guidare senza assicurazione contro i danni a terzi è illegale ed è sempre consigliabile procurarsi un'assicurazione completa: quindi informati bene presso l'agenzia alla quale ti rivolgi.
     
  • La maggior parte delle compagmie di noleggio richiede un numero di carta di credito; se non si dispone di carta di credito, potrebbe essere necessario lasciare un grosso deposito in contanti. Quando si controllano i prezzi di noleggio, non dimenticare di aggiungere i costi dell'assicurazione.
     
  • Per noleggiare un'auto servono la patente di guida e il passaporto. La maggior parte delle aziende non noleggia auto ai neopatentati e alcune impongono dei limiti di età (di solito accettano clienti dai 21 ai 74 anni). In genere sono disponibili per il noleggio anche le auto con cambio automatico.
     
  • Se la tua permanenza nel Regno Unito supera le tre settimane e hai bisogno dell'auto, un leasing potrebbe risultare più economico di un noleggio.