Visitare parchi a Londra: le più belle aree verdi della capitale britannica

Friday 02 August 2019

Non sono solo i monumenti storici, gli acquazzoni improvvisi e l’atmosfera di tendenza a caratterizzare Londra. La capitale britannica è anche un tripudio di parchi, e a dispetto dell'apparenza di metropoli caotica e moderna è facilissimo trovare un'area verde dove fare piacevoli passeggiate, giocare, organizzare picnic, prendere il sole e anche avvistare animali selvatici (compresi cervi e daini).

Diverse zone dove la vegetazione sfida il traffico cittadino risalgono al VII secolo, quando i sovrani Stuart cominciarono ad aprire alla popolazione parte dei loro possedimenti, comprese anche riserve reali usate per la caccia. In qualche caso si trattava anche di campi recintati o terreni di proprietà comune, avanzati dopo la costruzione degli edifici. A Londra esistono 8 Parchi Reali e tanti altri meravigliosi spazi verdi: ora te ne consigliamo qualcuno da visitare durante il tuo prossimo soggiorno nella nostra capitale.

 

Parchi londinesi famosi da non perdere

Molti dei parchi più interessanti si trovano in centro città, a nord del Tamigi.

I celebri Hyde Park e Kesington Gardens sono Parchi Reali contigui, e vengono spesso considerati come un parco unico. Questi sono autentici must-see per chiunque si rechi a Londra.

Spostandoci poi verso sud arriveremo nei pressi di Green Park, altro Parco Reale, che di solito è molto tranquillo e poco affollato perché i turisti preferiscono recarsi al vicino Buckingham Palace dimenticandosi di questo vero gioiello (cosa che tu invece non dovrai fare).

A est di Green Park troviamo St James's Park, il più antico dei Parchi Reali londinesi, che in passato fu riserva di caccia per i cervi di Enrico VIII e che fu aperto al pubblico da Carlo II. Questo spazio verde, ristrutturato dal famoso architetto John Nash nel XIX secolo, include anche The Mall, il famoso viale delle parate, ed è perciò il cuore di molte cerimonie ufficiali londinesi.

Dirigendoci a nord di Hyde Park ecco che appare Regent’s Park, anch'esso disegnato da Nash a inizio '800. In origine riserva di caccia di Carlo I, in anni più recenti il Principe Reggente (il futuro re Giorgio IV) lo usava come luogo di svago, ed era raggiungibile dalla sua residenza a St. James seguendo una strada panoramica. Questo parco è particolarmente affascinante per via delle dimore storiche presenti e delle centinaia di specie animali e vegetali che si possono scoprire al suo interno. In più, per allietare i visitatori, nella bella stagione non mancano gli eventi a tema e le rappresentazioni teatrali.

A nord del Regent's Park c'è l'altrettanto celebre area di Primrose Hill, dalla cui collina si possono ammirare bellissime vedute della città.

 

Parchi londinesi meno noti da scoprire

Non tutte le aree verdi di Londra sono conosciute dai turisti, eppure molte di queste riservano interessanti sorprese e meritano di essere visitate.

Ad esempio a sud-est del Regent's Park c’è Coram’s Fields, parco dedicato espressamente ai più piccoli che sorge vicino a St Pancras. Tra i suoi cespugli c’è pure una zona per gli animali domestici, e se si superano i 16 anni d'età si è ammessi solo se accompagnati da bambini (sì, hai letto bene)!

Non lontano da Hyde Park e i Kensington Gardens, verso ovest, troviamo invece l’Holland Park, dotato di vegetazione selvatica e anche di una storia interessante. I suoi terreni erano quelli sui quali sorgeva un edificio chiamato Holland House: l'intera area fu distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, e nel 1952 la municipalità li acquistò per farne un parco pubblico. All’interno ci sono pure un teatro all’aperto, un caffè ed una serie di case Vittoriane.

Dirigendoci a est di Hyde Park, verso Mayfair, potremo ammirare l'iconica Berkeley Square e i suoi platani vecchi di 2 secoli.

Un'altra vera perla si trova nel quartiere trendy di Chelsea, a est dell'Albert Bridge: si tratta del Chelsea Physic Garden, un giardino botanico abbellito da splendide piante secolari. Fondato nel 1673 dalla Società dei Farmacisti per coltivarvi piante officinali da usare in medicina, contiene anche svariate curiosità come il più antico giardino inglese dedicato alle piante alpine, il più grande olivo fruttifero della Gran Bretagna e il più settentrionale pompelmo d'Europa coltivato all'aperto.

Nuovi articoli

Manchester, cosa vedere in un giorno tra storia, cultura e calcio

Manchester, cosa vedere in un giorno tra storia, cultura e calcio

Coronation Chicken: il piatto freddo della Regina

Coronation Chicken: il piatto freddo della Regina

Highgate Cemetery: visitare un cimitero storico di Londra

Highgate Cemetery: visitare un cimitero storico di Londra

Imperial War Museum North: il museo della guerra di Manchester

Imperial War Museum North: il museo della guerra di Manchester

Yorkshire Pudding: la morbida delizia made in UK

Yorkshire Pudding: la morbida delizia made in UK