Yorkshire Pudding: la morbida delizia made in UK

by Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori
Saturday 17 August 2019

Nella gastronomia della Gran Bretagna lo Yorkshire Pudding è una delle specialità più famose, e quasi sicuramente lo avrai sentito nominare anche senza averlo mai assaggiato. Questa ricetta tipica dello Yorkshire è una prelibatezza apprezzata in tutto il Regno Unito, e la sua importanza nella cucina britannica è tale che ogni anno viene celebrato lo Yorkshire Pudding Day, evento che si tiene la prima domenica di febbraio.

 

Cos'è lo Yorkshire Pudding?

Lo Yorkshire Pudding può essere descritto come una specie di soufflé friabile all'esterno e morbido all'interno. Si ottiene partendo da un composto di latte, farina e uova, che viene cotto al forno con grasso animale di vario tipo, e che si gonfia raggiungendo la consistenza solida. Si usa come accompagnamento di una portata principale o come antipasto, in special modo durante il Sunday Roast (il classico pranzo domenicale a base d'arrosto). A volte, specie se avanza, viene servito come dolce guarnito con marmellate, sciroppi o frutta secca.

La parola pudding può essere un po' fuorviante, perché in italiano viene tradotta genericamente come budino ed è perciò associata alla categoria dei dessert. In origine il pudding era l'impasto delle salsicce e dei sanguinacci (il nome deriva dal francese boudin, che ha lo stesso significato), e questo termine in seguito passò ad indicare vari tipi di composti pastosi in senso generico.

Lo Yorkshire Pudding tradizionale è strettamente legato alla preparazione dell'arrosto, in particolar modo quello di manzo, che è un classico della cucina britannica. Infatti serviva per utilizzare il grasso che colava durante la cottura della carne sul fuoco e che altrimenti sarebbe andato perduto. Sotto all'arrosto veniva posta una leccarda dove si raccoglieva il sugo, che veniva mantenuto bollente dalla fiamma. Quando ce n'era a sufficienza vi veniva versato l'impasto, che così cuoceva amalgamandosi con il grasso. Questo tipo di recupero era fondamentale all'epoca in cui il cibo era scarso, i lavoratori avevano bisogno di molte calorie e gli alimenti non si potevano sprecare.

Per tale motivo il vero Yorkshire Pudding dovrebbe essere di forma rettangolare e avere le dimensioni di una leccarda: preparato in questo modo, in passato prendeva il nome di Dripping Pudding (pudding con la colatura). Se invece il camino o il forno erano troppo piccoli l'arrosto era messo a cucinare in una teglia, e l'impasto veniva deposto direttamente lì, suddiviso in piccole quantità per riempire tutti gli spazi disponibili. Con questo metodo si ottenevano delle specie di pagnotte chiamate Yorkshire Puff (nuvolette dello Yorkshire). Al giorno d'oggi lo Yorkshire Pudding lo si può trovare in entrambe le versioni, e viene cucinato anche da solo, utilizzando il burro al posto del sugo d'arrosto. Anche se, naturalmente, si dovrebbe preferire sempre la versione tradizionale!

 

Ricetta dello Yorkshire Pudding

Vuoi cucinare lo Yorkshire Pudding a casa tua, in un modo semplice e praticamente infallibile? Allora ti proponiamo questa facile ricetta.
 

Ingredienti e utensili

  • Un uovo intero a persona (due se avete molta fame).
     
  • Latte.
     
  • Farina.
     
  • Sale.
     
  • Burro.
     
  • Un bicchiere dosatore (uno di quei recipienti da cucina con le quantità graduate).
     
  • Una frusta (manuale o elettrica).
     
  • Una teglia per muffin (o stampini per muffin usa e getta).
     

 

Preparazione

  • Preriscalda il forno in modalità statica a 200°C.
     
  • Rompi le uova e mettile nel bicchiere dosatore. Guarda a che altezza è il liquido: avrai bisogno dello stesso livello di farina e di latte.
     
  • Togli le uova e misura le giuste quantità di farina e latte.
     
  • Metti in una ciotola tutti gli ingredienti, aggiungi un pizzico di sale e amalgama con cura il tutto, facendo attenzione a non formare grumi.
     
  • Una volta che il composto è amalgamato devi sbatterlo con la frusta. Lo sbattimento deve essere prolungato, per incorporare la massima quantità possibile di aria e far sì che gli Yorkshire Pudding si gonfino a dovere durante la cottura.
     
  • Quando il forno è in temperatura prendi la teglia o gli stampini, metti una piccola noce di burro in fondo a ogni cavità e inforna.
     
  • Quando il burro è sciolto estrai la teglia, riempi metà di ogni cavità con il composto e inforna di nuovo.
     
  • Il tempo di cottura esatto dipende dal forno, in media ci vogliono circa 15 minuti. Controlla i pudding attraverso il vetro dello sportello: quando sono belli gonfi e hanno assunto un colore marroncino sono pronti.
     

 

Alcuni consigli pratici

  • Non devi usare assolutamente alcun tipo di lievito o farina lievitante.
     
  • Prima di infornare il composto sbattilo di nuovo, per incorporare aria che è andata eventualmente persa nell'attesa.
     
  • Durante le varie estrazioni e inserimenti della teglia fai attenzione che il forno non si raffreddi, quindi apri lo sportello per il minimo tempo indispensabile e tieni sotto controllo la temperatura.
     
  • Durante la cottura è indispensabile non aprire mai lo sportello del forno (almeno per i primi 10 minuti).
  •  

Autore

Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori

Consulenti di Web Marketing e Comunicazione per lavoro, Blogger innamorati della Gran Bretagna per passione.

Sito web | Vedi tutti i post di questo autore

Nuovi articoli

Manchester, cosa vedere in un giorno tra storia, cultura e calcio

Manchester, cosa vedere in un giorno tra storia, cultura e calcio

Coronation Chicken: il piatto freddo della Regina

Coronation Chicken: il piatto freddo della Regina

Highgate Cemetery: visitare un cimitero storico di Londra

Highgate Cemetery: visitare un cimitero storico di Londra

Imperial War Museum North: il museo della guerra di Manchester

Imperial War Museum North: il museo della guerra di Manchester

Londra: esplorare il Regent's Canal

Londra: esplorare il Regent's Canal