Scoprire l’Inghilterra di Charles Dickens

giovedi 11 Giugno 2020
The Personal History of David Copperfield

Quest'anno segna 150 anni dalla morte di Charles Dickens, uno dei più grandi scrittori dell'era vittoriana. Nato a Portsmouth, sulla costa meridionale dell'Inghilterra, ha trascorso i suoi anni formativi a Chatham e Londra, prima di trovare successo letterario con 'The Pickwick Papers'. Seguirono circa 15 romanzi, oltre a numerose novelle e centinaia di racconti, tra cui A Christmas Carol, Oliver Twist e Great Expectations - tutti pieni di umorismo, satira e acute osservazioni su personaggi e aspetti della società vittoriana. Ricordi della Dickensian Britain si trovano in tutto il sud dell'Inghilterra e sul grande schermo, poiché molti dei suoi lavori sono stati adattati per film e TV. Siediti e immergiti nella mente di questo amatissimo autore, al quale dopo la sua morte nel 1870 venne dato un posto speciale nell'Angolo dei Poeti nell'Abbazia di Westminster, per onorare il suo grande contributo al mondo letterario.

 

La storia personale di David Copperfield

 

La stravagante interpretazione di Armando Iannucci del classico 'The Personal History of David Copperfield' di Charles Dickens presenta una vena comica che ha sedotto molti spettatori del grande schermo all'inizio di quest'anno. Con Dev Patel nel ruolo del protagonista, le riprese si sono svolte in varie località dell'Inghilterra, mettendo in mostra alcuni dei paesaggi più spettacolari del paese e importanti edifici. Pubblicato per la prima volta nel 1850, questo epico racconto fatto di grinta e perseveranza è probabilmente il romanzo più autobiografico dell'autore e racconta la vita di David Copperfield mentre si trasforma da povero orfano a scrittore di successo.

Le location delle riprese

 

Il film presenta un cast britannico stellare, tra cui Peter Capaldi, Ben Whishaw, Morfydd Clark, Hugh Laurie, Tilda Swinton e Gwendoline Christie. Qui di seguito, ti porteremo alla scoperta delle location del film nell'est e nel sud-est dell'Inghilterra e dei luoghi che hanno ispirato Dickens!

Bury St Edmunds

Bury St Edmunds, nel Suffolk, fa da sfondo a numerose scene de The Personal History of David Copperfield. I luoghi utilizzati per le riprese sono molti, tra cui Angel Hill e Angel Hotel. Una targa blu adorna la parte anteriore di quest'ultima location per commemorare le visite di Dickens alla città: egli rimase per la prima volta in quell’alloggio nel 1835 e le citazioni del romanziere si trovano su specchi e opere d'arte in tutto l'edificio georgiano.

Anche lo spazio per eventi Athenaeum è presente nel nuovo film, insieme a Chequers Square. Dickens fece delle letture, tra cui una proprio di David Copperfield, nel suggestivo edificio che ora è sotto tutela e che fu appositamente costruito per intrattenere il pubblico durante l'era vittoriana. Le scene del film sono state girate anche nel Theatre Royal, l'ultimo teatro di Regency in Inghilterra. Il teatro, progettato dal famoso architetto William Wilkins.

Dickens era un visitatore abituale della città che ha forti  legami con la Magna Carta e la sua leggenda di St Edmund e del lupo. Ospita numerosi monumenti storici tra cui  la Cattedrale di St Edmundsbury, un luogo di culto e pellegrinaggio per oltre 1.000 anni, così come per le rovine dell'abbazia di St Edmund negli splendidi Abbey Gardens. Un tempo uno dei più grandi e potenti monasteri benedettini in Inghilterra, è possibile accedere alle rovine attraverso l'impressionante Abbey Gate prima di scoprire il santuario di St Edmund, un luogo di pellegrinaggio che è stato persino visitato dalla Famiglia Reale!

King’s Lynn

La market town di King's Lynn e il suo pittoresco lungofiume, che costeggia il fiume Great Ouse, si sono particolarmente animati durante le riprese. Sia la Custom House del XVII Secolo, un capolavoro architettonico di Henry Bell che è stato costruito come luogo di scambio mercantile, sia lo storico porto di Purfleet si vedono chiaramente nel film. La città era uno dei porti più importanti del paese fin dal XII secolo ed è sede di una serie di edifici storici che ospitano più di 900 anni di storia marittima, da chiese e corporazioni medievali, a belle case, cortili segreti e passaggi nascosti.

 

Weybourne

Situata nel cuore della Norfolk Coast, Area di Eccezionale Bellezza Naturale, la vasta distesa di spiaggia vicino al villaggio costiero di Weybourne è stata usata per le riprese. Gli amanti della letteratura e i fan del film, per ora possono sognare di seguire le orme di David Copperfield lungo le coste o di ammirare il paesaggio dalle imponenti scogliere, scoprire graziosi cottage in pietra, la ferrovia del villaggio e tanti animali selvatici nella Blakeney National Nature Reserve, situata a breve distanza verso ovest sulla costa. Sede della più grande colonia di foche grigie dell'Inghilterra, questo straordinario tratto di costa presenta dune di sabbia, saline e una rigogliosa vita vegetale.

Hull

Alcune scene di The Personal History of David Copperfield sono state girate anche tra le strade acciottolate del centro storico di Hull, sulle rive del fiume Humber nell'East Yorkshire. E' facile immaginare di fare un salto indietro nel tempo tra gli edifici storici e gli stretti vicoli e scoprire la Victorian Hepworth Arcade che ospita numerosi negozi indipendenti. Il quartiere dei musei della città racconta l'affascinante passato della regione ed è anche pieno di architettura d'epoca.

 

Charles Dickens ha legami con diverse località di Londra e del Kent, avendone visitate molte durante i suoi viaggi. In tutte le regioni si trovano tanti luoghi e affascinanti edifici con forti legami letterari.

Broadstairs 

Dickens ha scritto David Copperfield a Fort House - ora conosciuta come Bleak House - a Broadstairs, mentre trascorreva molte delle sue vacanze soggiornando nella città costiera sull'isola di Thanet. Dopo averla visitata per la prima volta nel 1837, fu qui che scrisse parti di American Notes e The Haunted Man, prima di immortalare la città nel suo racconto Our English Watering Hole nell'agosto 1852.
Anche se il Broadstairs Dickens Festival non si svolge quest'anno, i fan dell'autore rileggendo le sue opere ritroveranno le atmosfere e i luoghi che le hanno ispirate e imparando di più sul festival scopriranno molto di più su di lui. La celebrazione ebbe inizio nel 1937, quando Gladys Waterer, allora residente a Dickens House, organizzò una produzione di David Copperfield in occasione del centenario della prima visita di Dickens in città. Da allora gli abitanti e i visitatori del festival indossano abiti vittoriani per promuovere lo spettacolo, e lo hanno fatto quasi ogni anno da allora, ad eccezione degli anni durante la seconda guerra mondiale.

 

The Dickens House Museum

Ospitato nel cottage che ha ispirato il personaggio di Betsey Trotwood a David Copperfield, il Dickens House Museum celebra le connessioni del romanziere con Broadstairs attraverso un'eclettica raccolta di lettere, stampe, costumi e altri oggetti personali. L'edificio sulla Victoria Parade si affaccia sulla Viking Bay e ospita la sua writing box e una serie di stampe di uno dei principali illustratori di Dickens, H.K Browne. Qui potrai anche scoprire come l'ex proprietaria dell'edificio, Mary Pearson Strong, abbia fornito l'ispirazione per la famosa citazione di David Copperfield: “Janet! Gli asini!”.  Se sei un amante di Dickens e sei interessato a vedere più Broadstairs, c'è anche un tour digitale delle zone legate all'autore.

 

48 Doughty Street, Londra

Dickens e sua moglie Catherine si stabilirono a questo indirizzo di Camden pochi mesi prima che la Regina Vittoria salisse al trono nel 1837. Scrisse Oliver Twist, Nicholas Nickleby e The Pickwick Papers tra le sue mura e la proprietà mantiene il suo fascino vittoriano come il Charles Dickens Museum . Le camere da letto private, gli alloggi del servitore e lo studio dell'autore nella sua casa di famiglia ricordano la vita nell'Inghilterra vittoriana e sono pieni di tesori tra cui la sua scrivania, lettere, manoscritti e persino l'anello di fidanzamento di Catherine - molti dei quali possono essere scoperti durante il tour interattivo del museo.

Charles Dickens Birthplace Museum, Portsmouth

 

La casa natale di Dickens a Portsmouth, sulla Old Commercial Road, è ora un museo pieno di mobili e altri cimeli che aiutano a mostrare la vita nell'Inghilterra Regency. Qui si trovano il suo divano, il suo calamaio, insieme a tanti altri oggetti che servono come toccante ricordo dei suoi talenti. Dickens tornò in questa città costiera in età avanzata, facendo numerosi riferimenti ad essa quando scrisse 'La vita e le avventure di Nicholas Nickleby'. Dickens non è l'unica personalità famosa della letteratura legata a Portsmouth, Sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes, e l'acclamato scrittore Rudyard Kipling hanno trascorso del tempo in questa cittadina marittima.

 

For more information contact:

Silvia Bocciarelli

silvia.bocciarelli@visitbritain.org

Assets to download

Download images in this article

Visit website

Download DOC version of this article