Bristol: un viaggio in una città piena di arte

by Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori
Monday 30 September 2019

Bristol è una città che, negli ultimi anni, ha conquistato di diritto un posto sul podio delle città con maggior proposta artistica di tutta la Gran Bretagna. Il suo centro raccolto, l'Harbourside con i suoi musei e il quartiere di Stokes Croft regno assoluto della street art made in Britain, fanno di Bristol un luogo molto interessante da visitare sempre, soprattutto nel 2019. La già grande presenza di arte in città si è arricchita di una mostra su Leonardo da Vinci, per i 500 anni dalla sua morte. Sappi che quando stiamo per raccontarti è completamente gratuito, tranne la mostra su Leonardo. Quali sono i luoghi da visitare a Bristol se si ama l'arte in tutte le sue forme?

Dove si trova Bristol e come raggiungerla

The Clifton Suspension Bridge

Bristol è una citta del sud-ovest dell'Inghilterra. La sua posizione è davvero interessante perché è facilmente raggiungibile dall'Italia con voli lowcost di varie compagnie. Una volta a Bristol, avrete a portata di treno molte destinazioni. Bath, per esempio, è a soli 20 minuti di treno da Bristol Temple Meads, la principale stazione ferroviaria della città. Un volo su Bristol è comodo per raggiungere il Galles meridionale o la Cornovaglia. L'aeroporto si trova a circa mezz'ora dalla città ed è ben collegato al centro con degli autobus in servizio 24 ore su 24. 

Bristol e l'arte contemporanea: Arnolfini Museum

Arnolfini museum

Bristol è una città raccolta e molta della sua vita, soprattutto artistica, si svolge a ridosso di Harbourside, il quartiere portuale dove i vecchi magazzini (chiamati Shed) sono stati riconvertiti in negozi, locali, ristoranti e, ovviamente, musei. Questo quartiere è perfetto per una passeggiata domenicale e, ovviamente, si gira solo a piedi o con la bicicletta. C'è più di un museo presente nell'area e uno di quelli che spicca per collezioni permanenti e mostre temporanee è l'Arnolfini. Questo museo è gratuito e custodisce delle grandi collezioni di arte contemporanea. Si chiama così perché il suo fondatore amava moltissimo il quadro del XV Secolo "I coniugi Arnolfini" di Jan van Eyck. L'Arnolfini di Bristol è la casa di chi ama l'arte contemporanea in tutte le sue forme.

Bristol e la sua storia: M Shed

M Shed

M Shed è un museo ricavato da un vecchio magazzino portuale. Si trova praticamente di fronte l'Arnolfini, dall'altra parte del canale portuale. M Shed è un altro dei musei gratuiti della città di Bristol ed è perfetto per essere visitato all'inizio del tuo viaggio in città. Perché? Semplicemente perché ti racconterà la storia di Bristol, la vita dei suoi quartieri e le vicende legate ai Bristolian più celebri. Come un certo Banksy: una delle sue opere è stata portata, per motivi conservativi, proprio dentro M Shed. Il museo ospita spesso delle mostre temporanee che si tengono all'ultimo piano: è previsto un biglietto solo per queste mostre. Una cosa da non perdere in questo museo è la sua terrazza, alla quale si può accedere liberamente anche senza visitare la struttura. Da quella terrazza godrai di una delle più belle viste su Bristol.

Bristol e Leonardo da Vinci: Bristol Museum and Art Gallery

Bristol Museum Art Gallery
Fino al 6 Maggio 2019 sarà possibile visitare la mostra dedicata al genio di Leonardo da Vinci. Il tutto è stato allestito al Bristol Museum & Art Gallery, uno splendido edificio di Epoca Vittoriana dove sono custoditi davvero un sacco di tesori. Senza nulla togliere a Leonardo, questo museo merita anche per la sua collezione permanente. Sono esposte opere d'arte di ogni genere, così come è presente una sezione di scienza e geologia molto interressante. Anche questo museo è gratuito. Per la mostra di Leonardo di paga un biglietto di 6£. 

Bristol e la street art: Stokes Croft

Stokes Croft

Stokes Croft è un quartiere di Bristol nato nel secondo dopoguerra. Nacque come quartiere popolare e, soprattutto dagli anni '90 in poi, divenne uno dei maggiori centri di street art e arte libera di tutta la Gran Bretagna. Gli anni '90 sono stati il trampolino di lancio per Bristol, anche dal punto di vista musicale. Fu proprio in zone come Stokes Croft che nacque il Bristol sound ben rappresentato da Tricky, Massive Attack e dai Portishead. Anche ai giorni nostri, Stokes Croft resta un quartiere alternativo dove la creatività è di casa e il senso di comunità è molto alto. Questa zona si raggiunge camminando poco meno di una decina di minuti dal centro di Bristol. Fare una passeggiata da quelle parti permette di osservare dei capolavori di arte urbana che non hanno pari. Non stupisce che anche Banksy abbia lasciato il segno da quelle parti. 

Autore

Gianluca Vecchi & Giovy Malfiori

Consulenti di Web Marketing e Comunicazione per lavoro, Blogger innamorati della Gran Bretagna per passione.

Sito web | Vedi tutti i post di questo autore

Nuovi articoli

12 cose da fare a Londra a Natale

12 cose da fare a Londra a Natale

Cosa fare in un weekend autunnale a Londra?

Ragazze che saltano nei Kew Gardens tra le foto autunnali
Cosa fare in un weekend autunnale a Londra?

Londra e i luoghi della musica: un itinerario tra le note

Londra e i luoghi della musica: un itinerario tra le note

Viaggio in Inghilterra alla ricerca dei luoghi legati a J.R.R Tolkien

Radcliffe Camera, Oxford, England
Viaggio in Inghilterra alla ricerca dei luoghi legati a J.R.R Tolkien

Viaggio in Inghilterra alla ricerca dei luoghi di Charles Dickens

Viaggio in Inghilterra alla ricerca dei luoghi di Charles Dickens