Scopri i luoghi di Vittoria e Abdul

Tuesday 24 October 2017

Vittoria e Abdul, in uscita nelle sale italiane il 26 ottobre, racconta la straordinaria storia vera dell'improbabile, quanto preziosa, amicizia tra la Regina Vittoria (il  premio Oscar Judi Dench) e un giovane indiano, Abdul Karim (Ali Fazal), che diventa a suo modo un maestro, un consigliere spirituale... e un amico devoto.

Il film, che ha incantato pubblico e critica dell'ultima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, è diretto dal fenomenale regista Stephen Frears (The Queen, Philomena) è una produzione Focus Features che arriverà nelle sale italiane distribuita da Universal Pictures International Italy.

La bizzarra amicizia tra il leader di un Impero e un semplice impiegato forestiero sconvolse i costumi dell'epoca e viene ora raccontata in un film che si pregia di una ricostruzione storica e scenografica di pregio, tra Londra e le Highlands scozzesi. L'intento dei produttori era realizzare un film che avrebbe offerto gli ambienti sontuosi, i paesaggi epici e i costumi lussuosi ed eleganti che il pubblico si apetta da un film storico e presentare una storia di amicizia e lealtà che forse gli spettatori non si immaginano.

Per aumentare ulteriormente il dinamismo della storia, lo sceneggiatore Lee Hall ha deliberatamente messo nel copione un itinerario di luoghi e ambienti. Come lui stesso afferma: “Si inizia in India, poi c’è il Castello di Windsor e poi si va in Scozia. C’è una piccola visita a Firenze e poi la maggior parte del resto della storia si svolge a Osborne House, la casa di famiglia di Vittoria e sua residenza estiva al mare. Ogni luogo ha un’architettura e un’atmosfera completamente diverse."

Le Highlands scozzesi

Lo scenario delle Highlands scozzesi è centrale, spiega lo sceneggiatore, perché “la sua visita in Scozia all’inizio è piuttosto ardua. C’è un tempo terribile e tutto sembra triste, eppure questo è il punto di svolta nella storia tra Vittoria e Abdul. “Ali Fazal è meraviglioso in queste scene; quando vede il paesaggio delle Highlands per la prima volta vediamo sulla faccia di Abdul quanto è stupefatto e felice. Quanto doveva essere raro quel viaggio a quel tempo e quanto era straordinario averlo fatto in compagnia della Regina.” 

Glassalt Shiel e Glen Affric

Glassalt Shiel era la piccola, remota casa privata di Vittoria dove lei si ritirava per stare da sola o, talvolta, con John Brown. Dopo la morte di lui, aveva evitato di andarci. Alan Macdonald, l’abituale scenografo dei film di Frears, si meraviglia che: “questo piccolo cottage, che si trova in un paesaggio spettacolare vicino a un lago, fosse una grande fonte di conforto e ispirazione per la Regina Vittoria. Volevamo trasmettere tutto questo anche ricreando accuratamente i suoi parametri spaziali.”

Per fare questo, Macdonald e la sua squadra sono andati a lavorare in un’altra parte della Scozia, Glen Affric, che secondo lo scenografo “ha una delle viste più spettacolari nelle Highlands e sicuramente il più bell’alloggio baronale scozzese del 19mo secolo.”

La Osborne House

L’autenticità è stata ottenuta anche in una location che racchiude tutto, visto che la produzione ha avuto accesso proprio alla Osborne House. Splendida ma anche accogliente, Osborne era la casa di vacanza della Regina Vittoria sull’Isola di Wight – acquistata da lei e da suo marito, il Principe Alberto, pochi anni dopo essersi sposati nel 1840 – e forse l’unico posto in cui lei sentiva di poter avere un po’ di sollievo e di pace e per questo ci trascorreva numerosi mesi all’anno. Il magnifico stile architettonico all’italiana di Osborne era stato supervisionato da Alberto.  

La casa di Osborne e i terreni – che includono dei giardini favolosi, una torre dell’orologio e della bandiera e una fontana a cascata che presto verrà restaurata e tornerà funzionante – sono ammirati da tempo da tutto il mondo e sono aperti ai visitatori. I suoi interni per  sono stati mostrati sul grande schermo per la prima volta in Vittoria e Abdul. Il location manager Adam Richards riporta: “Siamo stati il primo film di questa scala a girare nella casa e siamo stati molto fortunati che l’English Heritage [che si occupa e provvede a Osborne] fosse aperto alla nostra richiesta. Era proprio quello che voleva Stephen, dato che Osborne ha il suo proprio stile e l’indispensabile autenticità.”

L’Indio-centrica Durbar Room è stata commissionata dalla Regina Vittoria all’architetto del Punjabi Bhai Ram Singh per ospitare funzioni pubbliche e questa esibisce un soffitto elaborato progettato da Lockwood Kipling (il padre del famoso scrittore Rudyard Kipling); i due uomini hanno collaborato al progetto per un paio d’anni. La Durbar, piena di artefatti e doni dall’India, offre “un interno straordinario che non poteva essere ricreato”, dice con meraviglia Richards. “Se fosse stato l’unico posto a Osborne in cui ci avessero permesso di girare, saremmo venuti ugualmente. Il fatto che ci abbiano dato il permesso di filmare in altre aree è stato fantastico.” 

Sempre a Osborne, Vittoria aveva ordinato dei nuovi spazi in cucina perché potessero essere preparate le spezie per i suoi pranzi al curry. Gli spettatori vedranno anche l’opulento salotto giallo con la sfarzosa tappezzeria e i tendaggi, oltre allo strabiliante Grande Corridoio con le piastrelle decorative.

Chatham in Kent

Oltre a Osborne, le riprese hanno avuto luogo anche in altri siti patrimonio della Gran Bretagna, tra cui il cantiere navale di Chatham in Kent, a bordo di una nave vintage. Qui 200 comparse si sono unite agli attori principali Ali Fazal, Adeel Akhtar e Robin Soans per la sequenza in cui ai visitatori indiani, prima ancora di poter sbarcare, vengono date istruzioni sul protocollo reale.

L’Old Royal Naval College a Greenwich

Un altro sito patrimonio culturale inglese, l’Old Royal Naval College a Greenwich, Londra, è diventato il luogo di una scena addirittura più grande: la sequenza del banchetto reale al Castello di Windsor che mette Vittoria e Abdul insieme per la prima volta. Per il fatto che circa 300 persone, incluse le comparse, hanno potuto lavorare sotto soffitti spettacolari, la produttrice Kidron esprime “enorme gratitudine ai cuochi che hanno cucinato ripetutamente pasti vittoriani cosicché gli attori potessero essere visti mentre li mangiavano.”

 

Articoli più recenti

3 buoni motivi per visitare Canterbury

3 buoni motivi per visitare Canterbury

I luoghi più spaventosi della Gran Bretagna

I luoghi più spaventosi della Gran Bretagna

Scopri i luoghi di Vittoria e Abdul

Scopri i luoghi di Vittoria e Abdul

10 esperienze imperdibili da fare sull'isola di Skye

10 esperienze imperdibili da fare sull'isola di Skye

La Cattedrale di Salisbury: una chiesa da record in Gran Bretagna

La Cattedrale di Salisbury: una chiesa da record in Gran Bretagna