Viaggiare in Gran Bretagna

Viaggiare in città

In Gran Bretagna il trasporto pubblico urbano è efficiente e può risultare perfino divertente. I prezzi sono ragionevoli, specialmente se paragonati a quelli dei parcheggi auto e, nella maggior parte delle grandi città, i servizi autobus funzionano molto bene. A Londra, Newcastle e Glasgow c'è anche la rete metropolitana, mentre a Edimburgo, Manchester e Nottingham una rete tranviaria. I taxi sono disponibili presso tutte le stazioni ferroviarie e nelle zone apposite in centro città. La maniera migliore per visitare molte città inglesi è a piedi ma, a prescindere dal mezzo di trasporto, è bene evitare le ore di punta tra le 8:00 e le 9:30 e tra le 17:00 e le 18:30.

 

Autobus locali

Esistono autobus di ogni forma e dimensione, con porte automatiche e interni confortevoli. Tra questi ci sono i celebri double-deckers, autobus a due piani gestiti dal conducente, autobus più piccoli a un solo piano in grado di destreggiarsi meglio nel traffico e, a Londra, i nuovi Routemaster a due piani con porte anteriori, centrali e posteriori e "controllori" e conducenti che verificano i biglietti. A Londra l'unica tratta su cui si utilizzano ancora i vecchi autobus Routemaster aperti è la Heritage route 15, tra la Torre di Londra e Trafalgar Square, passando per la cattedrale di St Paul.

A Londra non è possibile pagare in contanti sugli autobus, anche se si può utilizzare una carta di credito o debito contactless (in questo caso, le carte estere comportano un costo extra). L'alternativa è far passare una carta elettronica Oyster su un'obliteratrice o mostrare un pass al conducente o al controllore quando si sale sulla vettura. Le opzioni migliori sono la "Visitor Oyster Card", con un determinato credito a disposizione che diminuisce ad ogni uso (è ricaricabile) o, se si usano i mezzi solo per un giorno, una "Travelcard" giornaliera. Entrambe possono essere utilizzate in metro, autobus e sui treni locali e si possono acquistare nelle stazioni della metro, nei centri informazioni per i turisti, nei negozi con il simbolo blu Oyster oppure online, prima di arrivare in Gran Bretagna, sui siti Transport for London (www.tfl.gov.uk) o VisitLondon (www.visitlondon.com).

Nella maggior parte delle altre città inglesi è possibile acquistare i biglietti dai conducenti, ma le grandi aree urbane, come West Midlands o Greater Manchester, dispongono di "travel card" regionali proprie, valide su tutti i mezzi pubblici dell'area e più economiche rispetto ai biglietti singoli. Dettagli relativi a ciascuna area sono disponibili presso gli uffici turistici locali.

Le città principali offrono servizi notturni attivi dalle 23:00 alle 6:00. A Londra, gli autobus notturni hanno come prefisso la lettera “N” e la maggior parte passa da Trafalgar Square.

Se si desidera salire su un autobus, è sufficiente alzare il braccio al suo arrivo; per scendere, basta suonare il campanello prima della propria fermata. Le destinazioni sono indicate sulla parte anteriore degli autobus. Se non si è certi della propria fermata, chiedere al conducente o al controllore e rimanere al piano inferiore. Tenere sempre la propria card o biglietto fino alla fine del viaggio, nel caso in cui un controllore salga a bordo. Chi non esibisce un biglietto valido può essere multato sul posto.

 

Guidare nelle città

La guida nei centri delle città è sempre meno consigliabile. A Londra è previsto un pedaggio urbano: se si guida o si parcheggia in una zona ad alta densità di traffico dal lunedì al venerdì (7:00 - 18:00), viene addebitato un costo di £11,50 da pagare online prima della mezzanotte. Il mancato pagamento comporta una grossa multa. Visitare il sito Transport for London per ulteriori informazioni. Sistemi simili sono al vaglio anche in altre città per tenere le auto fuori dal centro. Anche il parcheggio in centro è strettamente controllato, al fine di prevenire gli ingorghi.

 

Taxi

Nelle grandi città i taxi si trovano presso le apposite postazioni e le stazioni ferroviarie; in alternativa si può chiamare un radiotaxi per telefono. Le pagine gialle, i pub, i ristoranti e gli hotel dispongono dei numeri dei servizi taxi. I prezzi, normalmente, sono regolamentati. In mancanza del tassametro, conviene chiedere informazioni sui prezzi prima di partire. In caso di incertezza, chiedere informazioni sulle tariffe per destinazioni specifiche al punto turistico locale.

I famosi taxi neri di Londra, come gli autobus rossi, sono un simbolo della città. Sono i taxi più sicuri da prendere, poiché tutti gli autisti hanno superato prove molto rigorose. Tutti i taxi neri sono predisposti per l'accesso con sedia a rotelle. I taxi con licenza dispongono di un segnale “For hire” che si accende quando sono liberi e possono essere chiamati dalla strada. La maggior parte degli autisti si aspetta una mancia intorno al 10-15% del prezzo.

I mini taxi con licenza sono più economici di quelli neri, che devono essere prenotati per telefono; gli hotel possono fornire i numeri delle imprese locali. A Londra e in molte altre città è possibile prenotare un mini taxi anche mediante la app Uber per dispositivi mobili (www.uber.com), che trova il taxi disponibile più vicino.

 

Tram

I tram stanno tornando di moda in tutto il paese in forma più sostenibile, moderna ed efficiente a livello energetico. Uno dei migliori sistemi tranviari del paese è il Metrolink di Manchester. La linea più antica è a Blackpool, aperta nel 1885.

 

Metropolitana di Londra

La rete metropolitana di Londra, conosciuta come "the Tube", conta oltre 270 stazioni, ognuna contrassegnata dal caratteristico logo. Le uniche altre città con un sistema simile sono Newcastle e Glasgow. Il sistema di Newcastle è limitato al centro, mentre quello di Glasgow vi passa intorno. Entrambe seguono gli stessi orari di quella di Londra e costituiscono un affidabile mezzo di trasporto.

A eccezione del giorno di Natale, a Londra i treni della metro funzionano tutti i giorni dalle 5:30 fino a poco dopo mezzanotte, mentre alcune linee sono attive 24 ore al giorno. La domenica e durante le festività il numero di treni attivi diminuisce. La metro può risultare molto affollata durante l'orario di punta.

Le linee della metro di Londra si distinguono in base al colore e ogni stazione mette a disposizione le varie mappe, mentre quelle relative alla sezione centrale si trovano sui treni stessi.

La maggior parte dei viaggi in metro tra le destinazioni centrali londinesi richiede uno o due cambi di linea.

I biglietti possono essere acquistati in stazione, ma molti viaggiatori si servono della carta Oyster, una carta elettronica prepagata che può essere ricaricata per servirsi di autobus, treni e metro. Le carte Oyster sono l'opzione più economica per viaggiare in metro e sugli autobus di Londra. Per informazioni su come ottenerne una, visitare il sito Transport for London. Le carte Oyster sono acquistabili dall'estero oppure è possibile servirsi di una carta di credito o debito contactless per ogni viaggio. Esistono sistemi simili di carte elettroniche anche in altre grandi città, ad esempio Oxford.

 

Camminare in città

Una volta abituati al traffico da sinistra, è possibile esplorare a piedi le città inglesi, in modo sicuro e piacevole. Le strade sono dotate di istruzioni che avvisano da quale direzione arriva il traffico.

Esistono due tipi di attraversamento pedonale: a strisce o con pulsante (ai semafori). In prossimità di un attraversamento a strisce il traffico dovrebbe fermarsi, ma le auto non si fermeranno a quelli con pulsante finché il semaforo non cambia colore. Sempre più città stanno creando zone pedonali in centro.

 

Ciclismo

Il ciclismo è uno dei modi più sostenibili per muoversi in città. Anche nelle città più piccole è possibile noleggiare biciclette (tfl.gov.uk per Londra o cyclehireinfo.com per il resto del Regno Unito). I ciclisti non possono utilizzare le autostrade o le relative strade di accesso, né possono accedere a percorsi e zone pedonali o marciapiedi, ma in molte strade ci sono piste ciclabili con i relativi semafori. Le biciclette possono essere trasportate sulla maggior parte dei treni; visitare il sito National Rail per ulteriori informazioni. È bene evitare di lasciare una bicicletta senza catena e ricordare di indossare sempre il casco.