Le tradizioni natalizie della Gran Bretagna

Luci scintillanti, dolci caldi e un’atmosfera festosa, il Natale è il periodo in cui la Gran Bretagna dà il meglio di sè. Scopri le storie che si celano dietro alcune delle più amate tradizioni festive della Gran Bretagna!

Luci natalizie

London's Piccadilly Circus illuminated by dazzling Christmas lights. Credit to VisitBritain/Rama Knight

Dalla metà di novembre nelle strade di tutto il Paese vengono accese le luminarie natalizie. Tutto diventa allegro e colorato, e l’’atmosfera si ammanta di un’aura fiabesca. Ma non sono solo le strade ad essere illuminate; gli addobbi luminosi rivestono le facciate dei palazzi, per esempio quelle austere di Regent Street a Londra, ma anche quelle dei centri più piccoli, come Harrogate nello Yorkshire, fino ai villaggi disseminati nelle splendide campagne del Paese. Questa tradizione risale al 1881, quando per la prima volta furono utilizzate le lampadine elettriche per aggiungere un tocco di magia alle feste invernali, anno che ha visto il Savoy Theatre nel West End di Londra diventare il primo edificio al mondo interamente illuminato utilizzando l’elettricità!

Le tradizionali pantomime

Dalle luci fiabesche per le strade alle luci della ribalta del palcoscenico, le pantomime sono una tradizione natalizia che piace a grandi e piccini. Interpretate anche dalla Regina Elisabetta e dalla Principessa Margherita durante l'infanzia nel Castello di Windsor, questi spettacoli sono spesso stravaganti interpretazioni di classici come Dick Whittington, Cenerentola o Biancaneve e i Sette Nani. Le pantomime (o "pantos", come vengono chiamate in Gran Bretagna) sono spettacoli comici e commoventi che richiedono regolarmente la partecipazione del pubblico, che si unisce alle prese in giro di certi personaggi – con fischi e altri commenti sonori.  

La storia delle pantomime risale al Medioevo, dove venivano rappresentati racconti religiosi che raccontavano del trionfo del bene sul male. Lo stile teatrale delle rappresentazioni affonda le sue radici nello spettacolo di corte del XIV secolo, che comunemente presentava canti e mimi drammatici.

L’albero diTrafalgar Square

Una delle tradizioni festive più note di Londra è l' albero di Natale esposto nel cuore di Trafalgar Square. Donato per la prima volta alla Gran Bretagna dalla Norvegia nel 1947, per il sostegno dato al Paese durante la Seconda Guerra Mondiale, l'albero è diventato una tradizione annuale e si erge orgogliosamente al centro della piazza, avvolto da splendidi fili di luci fiabesche. Anche molte famiglie scelgono di festeggiare le festività addobbando le loro case con l’albero di Natale, un'usanza introdotta per la prima volta al popolo britannico dalla regina Carlotta, moglie di re Giorgio III, nel 1800!

Tradizioni gastronomiche natalizie

Christmas decorations on a Christmas table with typical crackers

Per molti, i festeggiamenti dal punto di vista gastronomico sono sinonimo di cibi ricchi e deliziose bevande calde. Questo è certamente il caso della Gran Bretagna, poiché le festività natalizie prevedono tradizionali prelibatezze come le mince pies e il pudding natalizio. I britannici preparano le mince pies sin dal periodo Tudor, quando erano conosciute come "shrid", ovvero torte "shrid" con un ripieno di carne salata! La ricetta contemporanea le prevede ripiene di frutta e spezie racchiuse in una pasta burrosa, e sono le preferite in Gran Bretagna per le feste.

Il classico pudding natalizio è imbevuto di frutta speziata riscaldata e con un tocco alcolico. Preparato con frutta secca, spezie e brandy, il tradizionale pudding natalizio è uno dei protagonisti del pranzo di Natale in tutta la Gran Bretagna. Risalente al Medioevo, questo potente “panettone” è stato creato con un alto contenuto alcolico per evitare che scada troppo velocemente. Per dare un tocco di allegria e di festa, di solito viene servito flambè, versando un mestolo di brandy già infuocato sul dolce appena prima che venga presentato a tavola!

Ma prima che arrivino i dolcetti, viene servito il grande protagonista: l'arrosto del giorno di Natale con tutte le guarnizioni! quindi carote, cavolini di Bruxelles, Yorkshire pudding, salsa, tacchino e le amate patate arrosto, ma ci sono molte aggiunte popolari al menu, tra cui la pastinaca al miele oppure il ripieno per il tacchino fatto di castagne, pancetta e mirtilli rossi!

Christmas crackers

Nessuna cena di Natale in Gran Bretagna sarebbe completa senza il cerimoniale dei cracker, tradizionalmente utilizzati per decorare la tavola natalizia. Questi curiosi tubetti di carta vengono innescati con un meccanismo di "cracking" che, tirato da due persone, fa un piccolo botto. Ogni cracker contiene un piccolo premio (per esempio un apribottiglie o dei trucchi di magia), le classiche corone di carta e una barzelletta. Una tradizione relativamente moderna, i cracker sono apparsi per la prima volta nel periodo vittoriano e da allora sono amatissimi e parte interante delle tradizioni natalizie.

Il discorso della Regina

Parte fondamentale della tradizione britannica del giorno di Natale dal 1932, quando Re Giorgio V fece un discorso alla nazione alla radio della BBC, è il Royal Christmas Message della Regina. Dopo il ricco pranzo a base di arrosto e l’allegria dei cracker, i fan della Famiglia Reale si siedono in salotto per guardare questa importante comunicazione, che viene trasmessa alle 3 del pomeriggio al Commonwealth, durante la quale la monarca ricorda gli eventi più importanti dell'anno e fa le sue personali riflessioni sui precedenti 12 mesi.

Canti e concerti

Insieme all’incanto delle strade scintillanti e delle tavole decorate c'è la gioia festosa dei canti e dei concerti che si tengono in tutta la Gran Bretagna. Molte chiese, sale da concerto e luoghi di musica, spesso adornati con splendide ghirlande a tema invernale e luccicanti candele, durante le vacanze si animano con il suono di sereni canti natalizi. Dalla sontuosa cattedrale di York alla Royal Albert Hall, ogni anno moltissimi luoghi in tutta la Gran Bretagna aprono le loro porte per i canti natalizi.

Boxing Day, l’inizio dei saldi invernali

Il 26 dicembre, il giorno dopo Natale, è noto come "Boxing Day" in Gran Bretagna dall’epoca epoca vittoriana, quando i padroni di casa davano un giorno di riposo alla servitù, e regalavano loro una scatola di doni da portare a casa alle famiglie. Oggi sinonimo di "grande risparmio", il Boxing Day è tradizionalmente l'inizio dei saldi post-natalizi nei negozi britannici.

03 Dec 2020(last updated)

Related articles